Welcome visitor you can log in or create an account

THE END TB STRATEGY

L’eliminazione globale della Tubercolosi (TB) come problema di sanità pubblica, definita come incidenza <1 caso/milione di abitanti, rappresenta la vision a lungo termine dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Più realisticamente l'obiettivo del Programma “THE END TB STRATEGY” si propone diridurre l'incidenza globale da>1.000 a < 100 casi per milione di abitanti in un periodo compreso tra il 2015 e il 2035.
In occasione del lancio del programma “End TB”, Margaret Chan, direttore generale OMS, aveva detto che “…ogni persona affetta da TB deve poter avere accesso a strumenti innovativi e a Servizi che permettano diagnosi rapida, trattamento e cura. E’una questione di giustizia sociale, e alla base di tutto deve esserci la copertura sanitaria universale.

Inoltre, il progressivo incremento di ceppi resistenti ai farmaci utilizzati per il trattamento rende ancora più indispensabile garantire cure di elevata qualità, a tutto vantaggio del paziente e della comunità…”
La strategia EndTB è compresa in tre pilastri. Il primo, “Cura e prevenzione integrate”, pone il paziente al centro dell'erogazione dei Servizi. Il secondo, “Politiche e sistemi di supporto adeguati”, prevede la partecipazione di governi, comunità e soggetti privati. Il terzo pilastro, “Intensificare la ricerca e l'innovazione”, è fattore critico per interrompere l'epidemia e raggiungere gli obiettivi globali.
I principi chiave che sostengono la strategia sono: la gestione governativa delle iniziative, una forte coalizione composta da Società Civile e Comunità, la promozione dei diritti umani e dell’equità, l’adattamento della strategia al trend epidemico nazionale.
Il successo della strategia End TB dipenderà dal rispetto dei principi chiave: ogni Paese deve conoscere la propria epidemiologia, coordinare i differenti interventi e, attraverso il proprio sistema informativo, monitorare incidenza, mortalità e costi correlati alla gestione della malattia. Con tali presupposti si potrà verificare se i Paesi aderenti all’iniziativa End TB raggiungono nei tempi previsti il 90% in: 1) copertura in prevenzione e cura di soggetti con infezione latente e, rispettivamente, con malattia conclamata; 2) tassi di successo della terapia; 3) adozione di test diagnostici e di farmaci di nuova generazione.

Nel campo della ricerca biomedica, le sfide future comprendono:

•    Approccio multidisciplinare intensivo su sistemi biologici complessi, per approfondire le modalità con cui M. tuberculosis (Mtb) provoca la malattia.
•    Potenziamento della diagnostica, con sviluppo di test rapidi precisi ed economici che già a livello dei “Point of care” permettano di rilevare Mtb, compresi i ceppi resistenti ai farmaci.

•    In caso di infezioni sostenute da ceppi resistenti, disponibilità di regimi terapeutici efficaci, con tossicità ridotta e periodi di somministrazione meno prolungati rispetto agli attuali.

Insomma, c’è ancora molto da fare e …il 2035 non è troppo lontano…

A cura di Giovanna de Filippi

 

Riferimenti

The End TB strategy. http://www.who.int/tb/post2015_strategy/en/
NIH Statement on World Tuberculosis Day, March 24, 2018. https://www.niaid.nih.gov/news-events/nih-statement-world-tuberculosis-day-march-24-2018