Welcome visitor you can log in or create an account

DIAMA 4. Ricominciamo dai villaggi

diama4Il Progetto DIAMA 4, come i precedenti (DIAMA 1,2,3), ha riguardato la Presa in Carico della Malnutrizione Acuta (PCMA) Severa e Moderata.

Con l’aiuto di altri partner, si è affrontato il problema della sicurezza alimentare; in particolare, l’Associazione Cuore Aperto onlus si è occupata dello sviluppo di orti comunitari e dell’adeguamento di fabbricati da
dedicare ad attività comunitarie, compresa la PCMA, e La Lima onlus ha sviluppato iniziative di microcredito, culminate con la realizzazione di un bacino per la piscicoltura.

Sedi del Progetto sono state: 1) il Centro Mère Nataline, dedicato all’assistenza materno-infantile, 2) villaggi limitrofi (Wattorosso e Wolobougou) affidati alla supervisione del Centro per iniziative di lotta alla malnutrizione, 3) la Parrocchia di Koutiala.

Il Progetto è stato completato nei tempi programmati; non è stato possibile un ulteriore impegno a causa della situazione politica, in peggioramento a partire da gennaio 2013.

A luglio 2016, quanto realizzato risultava ancora sostenuto dai partner locali.

 

 

 

 

 

 

 

SINTESI DELL'INIZIATIVA REALIZZATa DA ASPIC onlus
 
SINTESI DELL'INIZIATIVA REALIZZATa DA Cuore Aperto onlus
 
SINTESI DELL'INIZIATIVA REALIZZATa DA La Lima onlus
 
ATTIVITÀ DI SENSIBILIZZAZIONE
PERIODO
2010-2013
 
ENTE PROMOTORE
Regione Piemonte. Settore Affari Internazionali e Comunitari.
 
CAPOFILA
ASPIC onlus
 
PARTNER
  • Congregazione Suore del Santo Natale. Torino
  • Dipartimento di Scienze Pediatriche e dell’Adolescenza. Università degli Studi di Torino
  • Cuore Aperto onlus. Villar Perosa (Torino)
  • La Lima onlus. Torino
 
SEDI
Centro Mère Nataline. Koutiala. Mali
Villaggi di Wattorosso e Wolobougou
Missione Cattolica di Koutiala
 
BENEFICIARI
  • Bambini 6-59 mesi con malnutrizione acuta e relative mamme/caregiver
  • Operatori sanitari locali
  • Relais di villaggio  
  • Il villaggio nel suo insieme
  • Donne della Missione Cattolica
 
COORDINATORI
Silvia Uggeri (ASPIC onlus)
Dario Gallea (Cuore Aperto onlus)
Guglielmo Santoro (La Lima onlus)