Welcome visitor you can log in or create an account

GIORNATA MONDIALE DELLA TUBERCOLOSI (TB)

La Tubercolosi continua ad essere tra le principali malattie infettive killer a livello mondiale, con oltre 4500 vittime al giorno. Inoltre, l’incremento di ceppi divenuti resistenti ai farmaci (MDR-TB) rappresenta una minaccia per la sicurezza sanitaria e può neutralizzare tutti gli sforzi fatti per contrastarne la diffusione.
La malattia colpisce prevalentemente popolazioni i cui diritti umani e dignità sono negati, prospera tra coloro che vivono in condizioni di povertà, tra comunità e gruppi emarginati e tra popolazioni vulnerabili (migranti, rifugiati, minoranze etniche, soggetti che lavorano e vivono in contesti a rischio).

I dati di 30 Paesi UE/SEE indicano che nel 2016 vi sono stati 58.994 casi di TB, con tendenza decrescente rispetto agli anni precedenti ma con tassi di riduzione insufficienti per raggiungere nel 2050 l’obiettivo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) di eliminare la malattia dai Paesi a bassa incidenza.

In Italia i casi notificati nel 2016 sono stati 4032 (vedi grafico) di cui 62,2% in stranieri. L’età media alla diagnosi è risultata di 36 anni (per gli autoctoni, 51 anni).
Altri dati ECDC in Paesi EU/SEE indicano che:

•    Soggetti con TB MDR sono stati 3,7%, e risultano più numerosi (10%) nei Paesi Baltici.
•    La resistenza ai farmaci antitubercolari è leggermente aumentata, se confrontata con gli anni precedenti.

•    Rispetto al 2015, il numero di Paesi che segnalano la co-infezione TB-HIV non si è modificato.
•    La tubercolosi nelle carceri è scarsamente denunciata. Nei 18 Paesi dell'UE / SEE che hanno riportato dati, il tasso di notifica è stato pari a 163,8 per 100.000 detenuti, ossia un rapporto di incidenza di 11,1 volte superiore a quanto rilevato nella popolazione generale negli stessi Paesi.

Proprio per sensibilizzare l’opinione pubblica, OMS dedica ogni anno la giornata del 24 marzo alla Tubercolosi. La data ricorda il giorno in cui Robert Kock, nel 1882, annunciava la scoperta del batterio responsabile della malattia.

“Wanted: Leaders for a TB-free world" è un invito affinché tutti nel proprio ambito di vita e di lavoro (Capi di stato, politici, operatori sanitari, società civile, etc.) diventino leader nel contrasto alla malattia. Tutto ciò è stato anche sottoscritto da 120 Paesi in occasione della Conferenza ministeriale tenutasi a Mosca nel novembre 2017.

Accendiamo quindi i riflettori su questo tema e diventiamo parte attiva nel raggiungere l’obiettivo “TB- FREE WORLD”.

A cura di Giovanna de Filippi

 

Riferimenti

World Tuberculosis Day 2018. http://www.who.int/campaigns/tb-day/2018/event/en/
Tuberculosis surveillance and monitoring in Europe, 2018. https://ecdc.europa.eu/en/publications-data/country-profile-italy-0